Le pagine fake su Facebook e il traffico a tutti i costi. Il caso (positivo) di Pietro Taricone Onlus.

Potrebbero interessarti anche...

6 Risposte

  1. Edoardo ha detto:

    Sottoscrivo in pieno, Davide. Sospetto ormai esista un vero e proprio racket della pagine fan. A me è capitata la stessa cosa con quella di Fiorello.

    • Davide Basile ha detto:

      Più che di racket parlerei di “approfittatori” e di “stupidità” della gente che gli permette tutto questo…

    • Luca La Mesa ha detto:

       Ciao Edoardo, sono Luca La Mesa e sto gestendo il caso della Pietro Taricone Onlus. Ci vogliamo condividere le info sul caso Fiorello in modo che all’occorrenza possa portare anche quell’esempio? Parlo spesso di Social Media alle Università e vorrei sensibilizzare il più possibile contro questo uso improprio della rete. grazie. Qui i miei contatti per scrivermi:

      it.linkedin.com/in/lucalamesa/

      Fb.com/lucalamesa

      Twitter.com/lucalamesa

  2. Nevio78 ha detto:

    grande davide!!!!
    ho visto la puntata delle Invasioni ma non sapevo ci fosse tutto sto patatrac dietro :/

  1. 6 Marzo 2013

    […] l’altro giorno raccontavo della vicenda della Pietro Taricone Onlus e delle pagine fake “acchiappa like” su Facebook. Da qualche giorno è esploso sul social network di Mark Zuckerberg un nuovo fenomeno che possiamo […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *