La manovra di Cardito, la viralità ai tempi del web e i media creduloni

Potrebbero interessarti anche...

54 Risposte

  1. Azzi ha detto:

    1. la strada in cui si svolge la scena è a senso unico, e lo è da svariati anni;
    ma se è a senso unico, perché le macchine sono parcheggiate in sensi opposti, come avviene nelle strade a doppio senso?2. la combinazione di eventi stressanti è naturalmente impossibile;
    è questo che rende il video esilarante e virale

    3. il prete protagonista della scena non è un prete questo che ne sa uno che vede il video? e tu?e, seppure fosse prete, con i paramenti verdi non si celebrano processioni;

    e vabbé figurati quanti preti violano queste formalità…
    4. seppure fosse prete, e stesse vivendo una processione, sicuramente
    il presidente della processione non ha il ruolo del crucifero, cioè non
    porta la croce;

    come sopra

    5. a Cardito se ci si incazza per strada, sicuramente non si parla un
    corretto e fluente italiano, rivolgendosi con il “lei” a personaggi
    ansiogeni;magari questo è una tua idea6. il protagonista autista della scena ad un certo punto chiede se
    arrivano gli ultras, che puntualmente arrivano dopo pochi secondi.

    ?

    7. Sempre da contatti locali vengo a sapere poi che “è stato uno spot
    montato dai ragazzi della parrocchia di Sant’Antonio a Caivano. Doveva
    essere una cosa che avesse a che fare con attività parrocchiali… poi la
    situazione è sfuggita di mano, o per meglio dire, il video è sfuggito da
    Youtube!”.
     
    ??

  2. polytropos ha detto:

    Ciao, anche io é da quando l’ho visto che ho il dubbio. Tuttavia c’è un elemento che mi fa propendere per la genuinità della scena. Spesso la camera gira a 360 gradi e non si vedono altre camere né al centro dell’azione, né in strada, né sui balconi. Quindi possiamo ritenere con ragionevole certezza che l’unico video che sia stato girato é quello che abbiamo visto su youtube. D’altra parte la logistica della scena é molto complessa, soprattutto se pensiamo sia un fake: la strada deve essere stata chiusa al traffico; delle auto sono state parcheggiate di proposito (anche le auto parcheggiate sono in entrambi i sensi, mentre tu affermi che la strada sia a senso unico); intervengono le moto e i motociclisti in tenuta da biker; la processione; le divise della protezione civile con tanto di walkie talkie; persino un’auto della polizia municipale e una persona in divisa. Tutto questo richiede un’ organizzazione complessa. E a me sembra davvero strano che si possa organizzare una cosa cosí complessa, che coinvolge tante persone e mezzi, senza predisporre con altrettanta cura i mezzi per filmarla come si deve. La sproporzione tra la complessità della scena e la assoluta inadeguatezza della ripresa mi fa propendere per la genuinità del filmato.

  3. Cordito ha detto:

    Ahahahhahaha, abboccano come trote.
    La difficoltà degli italiani nel distinguere tra realtà e finzione, giustifica molti sondaggi politici di questi giorni, il prosciutto finto è arte pura ahahahhaha

  4. Ruber ha detto:

    ma l’autore di questo articolo e’ giacobbo?
    dove sono i paramenti verdi del prete? ti riferisci alla stola? in tempo ordinario si usa proprio il verde

    la strada e’ a doppio senso si vedono auto arrivare in entrambi i sensi.

    ci sono auto dei vigili e protezione civile, fosse un falso avrebbero commesso reati gravissimi.

    alla fine il vero fake e’ proprio chi cerca di dire che e’ un fake…gli autori delle bufale vanno alla fonte contattando l’ autore non il “cuggino del cuggino”

    sostenere una somiglianza poi tra gioiello e il prete e’ da oscar…

  5. Antonia Colasante ha detto:

    Importa davvero sapere se è un fake o no? Il video non promette l’IMU…. A me ha fatto ridere a prescindere. Poi se dobbiamo
    riflettere su eventi più importanti che non hanno avuto la stessa
    viralità, chiediamoci pure perchè. Potevano comunicarli meglio? Non è che
    siccome si tratta di notizie “serie” si fanno circolare in modo poco
    virali e poi ci si stupisce che non abbiano eco. La viralità non dipende
    (solo) dal contenuto, ma dalla creatività con cui si usano gli
    strumenti. 

  6. Jose Gragnaniello ha detto:

    Rovini sempre le feste! 

  7. Giuseppe A. D'Angelo ha detto:

    che fosse un fake lo abbiamo pensato in molti: in effetti in tutta questa scena la cosa più incredibile è che ci fosse qualcuno tanto imbranato nel compiere una manovra così semplice con una macchina così piccola: e anche in quel caso, l’avrebbe portata comunque a termine senza impiegarci tutto il tempo del video (che tra l’altro è tagliato, e quindi è ragionevole pensare che tutto il fatto sia durato molto di più). l’improbabile catena di eventi in effetti lascia perplessi, ma si sa, la realtà spesso supera l’immaginazione. che fosse vero o meno, io appoggio in pieno il messaggio dell’autore: i media sul web non hanno scrupoli, il giornalismo in rete fatica a esistere ed essere considerato proprio per colpa di articolisti dell’ultima ora, il cui lavoro è, purtroppo per noi e per loro, fare solo visite. non biasimo nessuno di loro, né le testate che sono online proprio con questo scopo, e quindi non guardano molto alla vera informazione. ma quando subentrano nomi come repubblica o il messaggero, ti arrabbi perché nomi del genere non possono permettersi di gettarsi indiscriminatamente nella mischia delle notizie non notizie per la loro guerra a chi conquista più like su facebook! in nome di cosa, poi? della pubblicità? e a che serve se poi, come dice l’autore, di cardito si parla solo per rappresentare una variopinta e pittoresca realtà napoletana che fa sempre ridere, invece di parlare dei problemi reali che fanno piangere?

  8. Ilfalco ha detto:

    “assatanati di notizie, incompetenti e senza voglia o capacità di verificare le notizie prima di dargli risonanza”
    Hai avuto la stessa sete nel voler gridare alla “bufala”. Ma le tue restano ipotesi, non fatti verificati e notiziabili.

    • Davide Basile ha detto:

      Ho testimonianza di colleghi dei due attori (Prete e automobilista imbranato) e anche del parroco della parrocchia di Cardito davanti alla quale si è svolto il fatto… che risale al 27/12/11, se proprio lo vuoi sapere… 😉

      • Franco Nero ha detto:

        Ecco.
        Questi ad esempio, se confermati, sono fatti.
        Ora per completare il quadro occorrebbe che qualche blog/giornale/media rintracciasse uno dei due presunti attori. No?

  9. Realycomplejo ha detto:

    ok, sarà pure un fake, ma io non sono mica tanto d’accordo con le motivazioni che hai elencato, perché:
        A: il fatto che una strada sia a senso unico non implica che il senso unico sia rispettato. soprattutto dalle nostre parti.
        B: “naturalmente impossibile” non è una spiegazione al fatto che si verifichi o meno una serie di eventi.
        C: su C e D non mi esprimo, data la mia scarsa dimestichezza con le procedure ecclesiali
        E: infatti nel video ci sono persone che parlano napoletano, e comunque anche a Cardito l’italiano è una lingua che s’insegna nelle scuole e di tanto in tanto si parla. purtroppo.
        F: quella degli ultras poteva essere una battuta, e comunque io di ultras nel video non ne ho visti. 

    • Davide Basile ha detto:

      Dai su… in 10 minuti arrivano i motociclisti, la processione, e altre 50 persone… tutti lì in quel momento in quella piccola viuzza di Caridto… coincidenza? Mi pare un po’ esagerato. Per quanto riguarda gli ultras, un secondo dopo che il tizio che guida dice “Ma gli Ultras non arrivano?” Parte la trombetta da stadio… Coincidenza anche questa? Bah…

  10. Davide Basile ha detto:

    A prescindere dalle motivazioni, che possono piacere o meno, che il video è una bufala lo capirebbe anche un bambino. Tra l’altro le riprese sono da varie angolazioni… chi è che farebbe un video con il cell per poi prendersi la briga di tagliarlo e montarlo come fosse un film? Comunque vedo che pochi si soffermano sulla riflessione che faccio alla fine: perchè di Cardito si parla così tanto oggi mentre non se n’è mai parlato prima (in riferimento ai tumori, ai rifiuti tossici etc)?

    • T4j ha detto:

      ma do’ li vedi tu sti tagli?
      Perchè non citi le fonti della tua teoria sullo “scherzo organizzato”?

    • Giacomosmile ha detto:

      Tu vedessi come taglio e cucio io i miei di video fatti amatorialmente! La briga se hai un gioiello simile tra le mani te la prendi eccome. Anzi ti dirò che io l’avrei fatto pure meglio tagliando tutte le parti dove inquadra a terra che sono un po’ da nausea.
      Il discorso del perchè diventi virale sto video e nn la processione per i tumori nn è difficile da immaginare. Le cose virali sono divertenti, difficile che qualcosa di triste diventi virale…… la massa in linea di massima condvide ciò che fa star bene e evita le cose tristi. Giusto o meno è così che l’uomo agisce e reagisce da sempre.
      Ad ogni modo nn si parla di Cardito, io manco l’avevo letta la città, credevo fosse Napoli, si parla dell’automobilista. Della città frega niente a nessuno se nn per il fatto che il fatto che sia a Napoli la rende più pittoresca.
      Per il fake, delle cose che sostieni non ne sta in piedi manco una.

  11. Marco Scudeletti ha detto:

    Mi era pure venuto in mente un vecchio slogan riadattato ai giornali: “Cardito, Cardito … l’Orgasmo della Notizia Ghiotta è garantito” 🙂

  12. Cazzimbokki ha detto:

    Cmq anche se non sono di Cardito per quella via ci passo spesso e confermo che è a senso unico.

  13. Kurdt83 ha detto:

    ok ok vuoi fare il preciso, fallo pure….il video sarà pure una fake come dici, ma “un’intero paesino” si scrive senza apostrofo!! giusto per essere precisi 😉

  14. arctic ha detto:

    fake o non fake non avete proprio un cazzo da fare per studiarvi “i colori dell’abito del prete…” ma andiamo siamo seri…

    p.s. non capisco il nesso tra il video e la fiaccolata sui morti di cancro…articolo senza senso…

  15. e smettiamola ha detto:

    a Cardito se ci si incazza per strada, sicuramente non si parla un corretto e fluente italiano, rivolgendosi con il “lei” a personaggi ansiogeni;

    questa frase è incredibilmente offensiva per gli abitanti di cardito. parlare così è assurdo, veramente. 
    detto ciò il video per me è genuino, oltretutto l’ipotesi della pubblicità positiva per cardito è troppo contorta e mai avrebbe coinvolto così tante persone. da notare che alla fine del video compaiono anche i vigili urbani, nella tua ipotesi farebbero sempre parte del gioco? ma dai. in ogni caso è lecito avere dubbi, ma gli sputasentenze da quattro soldi incominciassero a tacere. cià 

    • Davide Basile ha detto:

      Sputasentenze lo dici a qualche amico tuo. Questo è il mio blog, non è una testata giornalistica, e ci scrivo quello che mi pare. Se non ti piace ciò che scrivo sei libero di non leggerlo.

      La conferma l’ho avuta dal parroco della parrocchia davanti alla quale è stato girato il video. E ti dico un’altra cosa: il video risale a Natale del 2011. SVEGLIAAAAAA. 😉

      • e smettiamola ha detto:

        e vabbè conferme da presunti parroci però alla mia analisi non rispondi. e neanche al fatto che quella frase è oltremodo offensiva per gli abitanti di cardito. detto ciò pensa ciò che cavolo vuoi ma anche se è il tuo blog certe supposizioni diffamatorie evitale, sherlock

        • Davide Basile ha detto:

          Sono nato e cresciuto a Scampia. Ci mancherebbe che mi metto a offendere la gente di Cardito. Se non vuoi capire non capire, ma non venire a farmi la morale.

          • e smettiamola ha detto:

            anche io son nato e cresciuto a scampia e proprio per questo sono particolarmente sensibile alle discriminazioni territoriali. dire

            a Cardito se ci si incazza per strada, sicuramente non si parla un corretto e fluente italiano, rivolgendosi con il “lei” a personaggi ansiogeni
            è assurdo, generalizzazioni a capa di ‘mbrella. a cardito se ci si incazza per strada non si parla italiano…ma che frase è?. che poi non è che abbiano tutti quest’aplomb british, anzi. c’è chi grita e sbraita in napoletano, anche pesantemente. quindi è fuori luogo quest’osservazione, sotto vari punti di vista. poi ripeto: gli ultras dove sono? una trombetta equivale alla loro presenza?e ancora: il parroco durante la processione non porta la croce, altro punto a tuo sfavore. ripeto, per me potrebbe essere tranquillamente un fake, però sbandierare tali certezze credendo di avere la verità in tasca attraverso queste contorte argomentazioni è alquanto ridicolo. se vuoi fare lo sgubb alla biscardi pubblica un’intervista al parroco con cui hai parlato. documentata, seria, un fatto. non chiacchere da bar .
            o il fake sei tu? 

          • Davide Basile ha detto:

            Non l’hanno fatta i giornalisti una roba del genere… la pretendi da me… ma dai su… 😀

          • Franco Nero ha detto:

             ti sei fatto una bella pubblicità con questo post in cui pontifichi sui massimi sistemi del web. Bene, bravo.
            Ora che però si è capito che le uniche bufale a cui non abboccare sono le tue ardite supposizioni, potresti anche inserire nel post un errata corrige…

          • Davide Basile ha detto:

            Pubblicità di che? Errata corrige? Ma sei fuori! 😀 uahuahuahauhuah

          • Franco Nero ha detto:

            Non sono fuori. Piuttosto non hai dato una risposta nel merito che sia una a tutti quelli che ti hanno fatto notare delle inesattezze.
            E comunque devo dire che è straordinario. Dopo il tuo post, tutto il web ha preso per oro colato la tua . Senza volerlo hai messo su un esperimento che ha dato prova di come il livello informativo del web italico sia ancora molto acerbo. Complimenti, hai creato una verità! 🙂

          • Davide Basile ha detto:

            Visto? So troppo forte! 😉

          • Franco Nero ha detto:

            in effetti si. .. puoi farci una seconda tesi… 😉

          • Franco Nero ha detto:

             Aggiungo solo un’ultima cosa e poi non rompo più. Sulle riflessioni a fine post hai ragione da vendere. Sia, purtroppo, sulla B, che sulla A.
            Il bello della A è che per questo specifico caso lo stesso tamtam non verificato sta avvenendo anche con la tua contronotizia 😉

          • Davide Basile ha detto:

            E allora siccome sono così forte ti dico pure che secondo me anche tu “Franco Nero” sei un fake. O meglio, sei qualcuno che non ha le palle di scrivere le cose che scrive mettendociil suo vero nome e cognome. Ci ho preso anche in questo? 😉

          • Franco Nero ha detto:

            Pensavi fossi Franco Nero l’attore? 😉 E questo toglie qualcosa ai miei ragionamenti ( o dà qualcosa ai tuoi solo perché ti formi nome+cognome?) 😉

          • Davide Basile ha detto:

            Non toglie nulla. Cambia solo che io con i senzapalle non ci discuto. Adieu. 😀

          • Scumbinat ha detto:

            Bello essere moralisti….Bello dire che a Cardito non è vero che non si parla italiano…. Io non sono nato ne a Scampia ne a Cardito, ma in una zona di Napoli considerata “Napoli bene”, e quando mi incazzo inevitalbimente parlo in napoletano… Poi ditemi voi, in qualunque zona di Napoli se fosse successo quel casino non sarebbe finita diversamente???? Secondo me Kawakumi ha pienamente ragione!!!!

  16. Jataprià ha detto:

    Il video é chiaramente originale. Le riprese fanno talmente schifo che è impossibile pensare a uno spot o anche alla più scema delle candid camera. La voce che sia un fake è stata messa in giro da qualche abitante di Cardito o di Napoli che si è vergonato (ingiustamente a mio avviso) del risalto nazionale dato all’episodio. Secondo me, sono stupidi tanto quelli che da fuori attaccano il sud per video come questi, tanto quelli che dall’interno se ne vergognano.
    Quanto alla questione mediatica… le torte in faccia intrattengono più di un funerale, fattene una ragione.

  17. Jataprià ha detto:

    “con i paramenti verdi non si celebrano processioni”
    Una ricerca su Google Image smentisce subito. Alcuni esempi tra le migliaia di foto: http://www.sipanet.it/rm/parrocchiacorcolle/images/P9270265.JPGhttp://www.salvamiregina.it/cp.agenda/frames/2010.10.sanbruson/sanbruson6.jpg 

    http://www.bebilgirasole.com/immagini/eventi/madonna-che-scappa.jpg

    http://www.boscoge.org/eco/a2005s1/alpini.jpg

    http://altocremasco.it/wp-content/uploads/2012/09/vescovo-e-don.jpg

    • Leo Vvi ha detto:

      esatto. con i paramenti viola si fanno le processioni dei funerali, al massimo.
      E comunque se anche fosse un fake non lo è certamente per le tesi (giacobbiane, ha ragione l’altro utente.. ahahah) di chi ha scritto il post. 

  18. Roberto Niro ha detto:

    Non riesco a capire perchè molti di voi si ostinano a difendere la presunta originalità del filmato che è chiaramente un falso. Vi hanno pagato? Siete gli autori? Avete interessi di qualche altro tipo? Personalmente, la prima cosa  a cui ho pensato guardando il video è stata Mr. Bean, ossia un concentrato di situazioni tragicomiche tipiche di sketch televisivi portati all’estremo. Il mio cervello si è rifiutato di credere alle immagini che si susseguivano, forse perchè fin troppo sull’attenti quando si tratta di viralità.

    Potreste rendere internet un posto migliore: ad esempio, scendendo di un gradino ed ammettendo umilmente di esserci cascati. Lo so, la rabbia e la frustrazione verso se stessi potrebbero essere fin troppo pungenti, ma vi aiuteranno a ragionare criticamente la prossima volta che vi imbatterete in situazioni del genere. 

    • Franco Nero ha detto:

       Ma sinceramente ho anche io dei dubbi sulla veridicità .
      Quello che manca però è proprio un’analisi critica e oggettiva che dica senza ombra di dubbio che sia una fake.

      Certo, nel dubbio è più vantaggioso fare il saputello e lo scettico come te. Tu sei furrrrbo, ci mancherebbe se abbocchi a tutto quello che ti propinano 😉

      Poi sugli esperti si SEO, marketing, viralità et similia potremmo aprire un capitolo a parte

      • Roberto Niro ha detto:

        Analisi critica e oggettiva? Addirittura? Mi pare che si stia dando troppo peso a una cazzata, sinceramente, per scomodare un processo “scientifico” di analisi. Basta un minimo di buon senso, e tutto il resto tiriamolo fuori quando è veramente necessario 🙂 

        • Franco Nero ha detto:

           Sarà che stamattina non un cazzo da fare, ma mi sto appassionando… 🙂

          Tra l’altro kawakumi, dall’alto della sua esisenza reale in vita (con palle annesse), mi perdonerà se gli chiedo ancora una curiosità:
          che giornale è quello nella foto che hai pubblicato in fondo al post?

          • Davide Basile ha detto:

            Francuccio, non ti sei più fatto sentire da quando è venuto fuori che io avevo ragione e tu torto marcio… Tutto bene? Ci fai preoccupare… 😀

  19. Micky ha detto:

    Dunque l’oggetto del post è il video, il messaggio che vuol comunicare (il post, non il video) è che non c’è nessun tipo di filtraggio da parte dei media tra le informazioni e l’utenza e che l’attenzione è calamitata dalle sciocchezze piuttosto che dalle cose importanti. Che questo purtroppo sia vero lo dimostrano tutti i commenti che sono stati lasciati. Il fatto che il video sia un fake mi pare inutile continuare a ribadirlo, tanto sono usciti anche articoli di giornale a riguardo. E quindi bravo Kawakumi! 

  20. Federico Neri ha detto:

    Mah.. Vero o non vero, il tema che non è stato colto è a mio avviso “La mia critica non era rivolta agli utenti che lo stanno facendo girare, ma ai media che lo hanno fatto diventare un caso di cronaca” (cit.). Purtroppo i media di oggi “sfruttano” spesso il mezzo internet e tutto quello che ne fa parte in modo incompetente e superficiale, presi nell’intento di creare la notizia non tanto per quello che è, ma per il mezzo in cui è passata o in cui è stata coinvolta, ovvero il web e/o –ancora meglio– i social media. Consiglio di approfondire i significati di “Notiziabilità” e “Agenda Setting”.

  21. valentina ha detto:

    l’aggressività dimostrata nei commenti, non fa che rispecchiare la triste realtà italiana: se non sei d’accordo con le mie idee, sei un idiota! Davide ha soltanto tentato di dimostrare quanto sia facile farsi “fregare” dal web…forse ha torto, forse ha ragione…ma smettiamola con questi atteggiamenti aggressivi e cerchiamo di essere più predisposti al dialogo! 

  22. P.E. ha detto:

    Quindi il video era finto, nonostante tutti gli attacchi, anche personali, rivolti a Davide.
    I veri insulti sono arrivati nei commenti dei video su youtube, con orde di decerebrati razzisti che parlano di bombe atomiche da lanciare su Napoli, e fomentano i soliti stereotipi che hanno fatto la fortuna della Lega Merd. Complimenti vivissimi a tutti per l’ennesima prova di imbecillità dimostrata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *