Il futuro del web: tra Buzz, Freemium e Social Search

Potrebbero interessarti anche...

8 Risposte

  1. Giovanni ha detto:

    Ciao Davide molto bello il tuo articolo anche per i meno esperti sull’argomento, per vedere il seguito comprerò il tuo libro appena verrà pub.

  2. kawakumi ha detto:

    ahahah Giovà… Grazie per i complimenti, ma un libro mio mi sa che per ora te lo sogni… Chi è quel pazzo che me lo pubblicherebbe??? (però ci sei andato vicino perchè ho in cantiere un eBook che dovrebbe uscire a breve su altri argomenti 😉 ).

  3. Giovanni ha detto:

    Bene aspetto con curisita questa Opera Prima

  4. gluca ha detto:

    mah, lo scenario apocalittico lo vedo come improbabile in quanto creerebbe un territorio desolato, privo di vita, in poco tempo. e quindi sarebbe a sua volta abbandonato anche dal morteking…

  5. kawakumi ha detto:

    @gluca: infatti io credo di più in un adv “metaforicamente” diverso 😉

  1. 6 Novembre 2009

    […] visione d’insieme orientata anche all’evoluzione del web, in questo senso il post di Davide “Il futuro del web: tra Buzz, Freemium e Social Search” concentra e riassume molto bene […]

  2. 20 Novembre 2009

    […] Il mondo del buzz marketing (con tutto quello che ruota attorno ad esso) ha bisogno di una sorta di regolamentazione, di qualcuno che si occupi di indicare la via. Ne parlavo proprio poco tempo fa in un mio intervento sul Tagliablog e poi in un post su questo blog dedicato al “futuro del web“. […]

  3. 2 Aprile 2010

    […] ho già scritto altre volte e anche in blog più importanti del mio, sono tendenzialmente contrario al pay per post e resto […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *