“Tsunami” di critiche per WWF e DDB Brasile

Potrebbero interessarti anche...

7 Risposte

  1. Vittorio ha detto:

    Favolosa….
    in effetti entrambe le due catastrofi sono state causate dall’uomo…

  2. giulio ha detto:

    a me non sembra per niente indignante. anzi mi sembrava fatta bene…
    non capisco..

  3. ANNA ha detto:

    No, non era offensivo, se non lo è riprodurre in video lo stupro o l’assassinio di qualcuno moltiplicato per un’infinità immonda di volte, e poi mostrarlo senza alcuna analisi morale o alcuna sensibilità di civiltà di base a tutti i suoi parenti. Soprattutto se lo scopo è quello di vendere un prodotto. Sapete ingenuità a parte, anche il wwf ha fatto i suoi guadagni intorno ad un tema che è del tutto rispettabile e per questo meritevole di rappresentazioni ben più articolate e brillanti. Dove articolazione e brillantezza non hanno necessariamente bisogno di ispirarsi a fatti storicamente vergognosi per l’umanità ( comprendente purtroppo anche chi non trova questa campagna offensiva) per impressionare o elaborare il messaggio a noi tutti caro della protezione del nostro pianeta.

  4. kawakumi ha detto:

    Ciao Anna, il mondo è bello perchè è vario e ognuno può avere la sua opinione in merito a qualcosa (nel nostro caso questa campagna). L’idea che hai del WWF e della sua attività esula il contesto di questo post (e di questo blog). Qui si discute di marketing e comunicazione e in questo post si voleva dare un giudizio sulla campagna… STOP. A volte la pubblicità fa uso di fatti storicamente vergognosi per l’umanità proprio per spingere l’umanità a riflettere su quanto, a volte, sia essa stessa vergognosa. Ed io in questo non ci trovo niente di male.

  5. ANNA ha detto:

    Ciao Kawakumi,
    lavoro in pubblicità da dieci anni, di campagne ne ho viste molte, ottime,bizzarre e pessime. Anche io parlavo della campagna e…”STOP”, quella sul wwf è stata una precisazione ovviamente. Io nella campagna ci trovo qualcosa di male. In particolare se lo spot fosse riproposto in una sola frase avrebbe più o meno la banalità di un “hai presente la cosa più orribile che può capitare? Peggio” solamente che questa ha gli effetti speciali “WOW!”. Risulta efficace ai fini della creatività e del marketing? Assolutamente sì! E’ Opportuno per la civile sensibilità? Credo di no. Grazie comunque per l’attenzione prima di tutto e della tua risposta in secondo luogo, buon lavoro! Abbiamo bisogno di più blog sulla comunicazione quindi ti ringrazio anche per questo tuo angolo della creatività, continua così!

  6. kawakumi ha detto:

    Lavori da dieci anni in pubblicità??? Allora sei più sfortunata di me!!! 😛

    Scherzi a parte. Grazie a te. L’attenzione e le risposte (nel limite del possibile) cerco di darle a chiunque commenti o mi scriva. Credo sia questo l’obiettivo di un blog: stimolare la conversazione. Conversazione che può servire a me, a te, ma anche e soprattutto a chi si troverà a leggere questo post e la discussione che ne è venuta fuori (e che potrà dire la sua).

    Ciao. 🙂

  1. 3 Ottobre 2009

    […] di un prodotto. Ma evidentemente c’è chi si sente di poterne fare a meno. Su Kawakumi.com troverete il video e un’interessante post sullo spot e i suoi risvolti. Buone riflessioni a […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *