Twitter per le aziende: i casi Atac e H3G

Potrebbero interessarti anche...

18 Risposte

  1. Confermo l’ottimo utilizzo di Twitter da parte dell’Atac azienda di cui sono cliente avendo un abbonamento annuale.

    Quello che apprezzo – e che tu stesso hai evidenziato – è la predisposizione a una comunicazione di tipo bidirezionale: sanno ascoltare e cercano il confronto con la clientela.

    Al momento in Italia sono, secondo le mie ricerche, una della poche imprese che hanno compreso l’uso del microblogging in ambito aziendale.

    Alessandro

  2. giuseppe corvino ha detto:

    è semplicemente una moda. A breve tutti se ne annoieranno, e non a caso negli us ha una percentuale di abbandono abbastanza alta.

  3. Federica ha detto:

    Interessante post….ci sono dei modi diversi per tenere un account su twitter, che tu sia un’azienda o una persona cambia…e molto. Personalmente ho trovato un po’ fastidiose le aziende che ti bombardano con messaggi pre-stampati, pre-usati… mentre ho trovato interessante l’uso di twitter di aziende come la Lonely planet…praticamente ti seguono e se segnali qualche notizia interessante di viaggi-sconti o qualsiasi altra cosa, non so con che criteri le scelgano…loro le retwittano…un buon modo per farsi seguire e per seguirli…

    Ottima anche TripAdvisor che ogni tanto fa qualche twittata del tipo…uno tra gli hotel più sporchi…e manda una twittata con la pagina di TripAdvisor con foto e recensioni, credo sia utile per i viaggiatori indipendenti!

  4. kawakumi ha detto:

    @Federica: grazie per le segnalazioni. 😀

  5. Federica ha detto:

    di nulla ; ) anzi dovrei fare una tesina per il master e stavo proprio pensando a questo argomento, se hai altre segnalazioni… ; )

  6. kawakumi ha detto:

    Ciao Max… Figurati, non può che farci piacere che questa volta ce l’abbiate fatta (aspettiamo ancora i prezzi, però)… Ciò non toglie che avreste potuto gestire il tutto un pochino meglio… 😉

  7. FabioB ha detto:

    aria fritta ufficiale… a luglio!
    a sto punto aspettate luglio per dirlo, visti i precedenti, non si sa mai…

    grande davide, gran bell’articolo, avanti così!

  8. kawakumi ha detto:

    Grazie a te FabioB! 😀

  1. 17 Giugno 2009

    […] Originale: Twitter per le aziende: i casi Atac e H3G | kawakumi.com Articoli correlati: √ » Atac e Twitter: Il servizio assistenza clienti mediante […]

  2. 18 Giugno 2009

    […] (da: Twitter per le aziende: i casi Atac e H3G) […]

  3. 24 Giugno 2009

    […] Twitter per le aziende: i casi Atac e H3G […]

  4. 26 Giugno 2009

    […] interessante al riguardo il post pubblicato giorni fa da Davide Basile aka Kawakumi, che cita due casi particolari di aziende […]

  5. 30 Giugno 2009

    […] cause ne hanno declamato e promosso per anni l’adozione presso le aziende, senza che fosse valutato l’impatto da nessun punto di vista. Molto spesso i social media sono stati descritti come la panacea low cost […]

  6. 14 Luglio 2009

    […] Twitter da parte di 3 Italia. Un esperimento interessante che ha suscitato ovviamente consensi e critiche: personalmente, dopo le iniziali titubanze, mi iscrivo al ‘partito del consenso‘, trovo […]

  7. 27 Luglio 2009

    […] la testimonianza di Davide dell’uso di Twitter da parte delle aziende, attraverso due casi che ha vissuto direttamente in questi […]

  8. 29 Luglio 2009

    […] […]

  9. 2 Luglio 2010

    […] enormi opportunità derivanti da un uso corretto di Twitter: si vedano gli esempi di Nokia o del già citato su questo blog @atacmobile… e ce ne saranno sempre di […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *